STATUTO dell’Associazione Culturale OrangeDotNet

ART. 1 - COSTITUZIONE E SEDE

Nello spirito della Costituzione della Repubblica Italiana ed in ossequio a quanto previsto dagli art. 36 e seguenti del Codice Civile, è costituita una associazione (nel seguito: Associazione) non a scopo di lucro, apartitica e apolitica, operante nei settori scientifico, culturale ed educativo che assume la denominazione “OrangeDotNet”. Con delibera del Consiglio Direttivo potrà aderire ed affiliarsi ad altre associazioni affini.

La sede della Associazione è stabilita in Paternò (CT), in Via G.B. Nicolosi, n. 175. Qualora ne sussistano le condizioni è consentita, previa delibera del Consiglio Direttivo, la possibilità di spostare la sede e/o la costituzione di più sedi operative sul territorio nazionale.

ART. 2 - SCOPO

L’Associazione non ha alcun fine di lucro ed ha come scopo principale quello di rappresentare la comunità dei membri iscritti al sito www.orangedotnet.org, supportare il sito nel promuovere e sviluppare la conoscenza della programmazione e delle tecnologie informatiche, l’aggiornamento della formazione dei Soci, la promozione della collaborazione con altre associazioni, enti pubblici e/o privati ed imprese aventi scopi analoghi.

ART. 3 - OGGETTO SOCIALE

L’Associazione ha quale oggetto sociale il compimento delle seguenti attività:

  • stabilire e intrattenere rapporti di costante collaborazione con le istituzioni, le imprese e i professionisti per l’esame e la formulazione di proposte sulle tematiche riguardanti le tecnologie legate all’informazione e per la progettazione e realizzazione di Software e nello specifico quelli legati alla tecnologie Microsoft;
  • raccogliere informazioni, redigere relazioni, promuovere e organizzare ricerche e studi, dibattiti e convegni, effettuare e partecipare a programmi di ricerca scientifica, tecnologica, di sperimentazione tecnica e di aggiornamento anche con riferimento ai servizi alle imprese, alle tecniche progettuali, organizzative, produttive, gestionali, amministrative e finanziarie;
  • promuovere ed intensificare le relazioni culturali fra gli associati e fra essi ed i professionisti informatici, nonché stabilire un regolare scambio di informazioni sulle esperienze e i problemi degli stessi;
  • sostenere, promuovere, organizzare e gestire mezzi di comunicazione e attività editoriali (con esclusione della pubblicazione di quotidiani e periodici) ed informative, utilizzando ogni mezzo o strumento reso disponibile dalla tecnologia;
  • stipulare convenzioni per conseguire migliori condizioni contrattuali in tutti i settori di attività di interesse dell’Associazione e dei Soci;
  • promuovere, organizzare ed eventualmente gestire corsi didattici dedicati a sviluppare l'apprendimento e l'applicazione dell’informatica nei vari settori di interesse, anche in collaborazione con le Università e le scuole di ogni ordine e grado ed Enti Pubblici;
  • l’Associazione potrà compiere ogni e qualsiasi altra attività od operazione idonea per il perseguimento dello scopo sociale e ricevere donazioni e contributi di terzi. L’Associazione potrà inoltre elargire beni e servizi gratuiti ad Enti, Associazioni, Fondazioni aventi finalità di assistenza, beneficenza, educazione, istruzione, studio o ricerca, potrà stipulare convenzioni con Enti e instaurare rapporti di collaborazione con privati, altre associazioni, eccetera.

ART. 4 - SOCI

L'Associazione è aperta a tutti coloro che, interessati alla realizzazione delle finalità istituzionali, ne condividono lo spirito e gli ideali.

Sono Soci Fondatori le persone fisiche che hanno firmato l’Atto Costitutivo dell’Associazione.

Sono Soci Ordinari le persone fisiche e/o giuridiche o gli enti che si impegnano a pagare, per tutta la permanenza del vincolo associativo, la quota annuale stabilita dal Consiglio Direttivo e ad accettare e rispettare pienamente e senza riserva alcuna le norme del presente Statuto e dell’eventuale regolamento interno. I Soci Ordinari persone fisiche, maggiorenni, possono essere indistintamente persone dotate di specifiche competenze tecniche ovvero persone semplicemente animate dalla voglia di imparare. Le quote o il contributo associativo non sono trasmissibili a eccezione dei trasferimenti a causa di morte e non sono soggetti a rivalutazione. L'ammissione dei Soci Ordinari, su domanda scritta del richiedente e dopo il versamento della quota associativa, è convalidata o respinta insindacabilmente dal Consiglio Direttivo. L’attività svolta dagli associati a favore dell’Associazione è di tipo volontario e gratuita. Ai Soci compete solo il rimborso delle spese sostenute per le eventuali attività deliberate dal Consiglio Direttivo svolte per conto dell'Associazione quando regolarmente documentate.

Le persone giuridiche e le associazioni (riconosciute e non riconosciute) possono diventare Socie; ad esse sono attribuiti diritti e doveri pari a quelli di un singolo Socio Ordinario, indipendentemente dal numero dei soggetti componenti della persona giuridica o l'associazione. Una associazione o persona giuridica che voglia diventare Socia deve presentare una normale domanda di ammissione specificando chi sarà il suo rappresentante durante le attività sociali, impegnandosi a notificarne l'eventuale cambiamento; tale rappresentante è soggetto al benestare del Presidente.

ART. 5 DECADENZA, ESCLUSIONE, RINUNCIA

Tutti i Soci sono tenuti a rispettare le norme del presente Statuto e l'eventuale regolamento interno, secondo le deliberazioni assunte dagli organi preposti. L'esclusione dell’associato è deliberata dal Consiglio Direttivo a maggioranza di due terzi e con voto segreto. In deroga alla disposizione precedente è altresì stabilito che l'associato perderà automaticamente tale qualità al verificarsi dei seguenti fatti:

  • mancato adempimento delle disposizioni statutarie nonché delle deliberazioni assembleari;
  • mancato adempimento di obblighi, a qualunque titolo assunti, nei confronti dell'Associazione, senza giustificato motivo;
  • mancato pagamento della quota associativa annuale.

In tali ipotesi il Consiglio Direttivo si limiterà a constatare l’avvenuta esclusione di diritto del socio.

L’esclusione verrà comunicata al socio entro 30 giorni dalla delibera del Consiglio Direttivo e non è suscettibile di reclamo.

Ciascun iscritto può rinunciare in qualsiasi momento alla propria posizione di associato presentando comunicazione scritta al Presidente dell'Associazione. Chi recede dall'Associazione, per qualsiasi motivo, non ha diritto alcuno sul patrimonio.

ART. 6 - RISORSE ECONOMICHE

Le risorse economiche dell'Associazione sono costituite da:

  • beni, immobili e mobili;
  • contributi;
  • donazioni e lasciti;
  • rimborsi;
  • attività di carattere commerciale e produttivo non prevalenti e complementari allo scopo;
  • ogni altro tipo di entrate.

I contributi degli aderenti sono costituiti dalle quote di Associazione annuale e da eventuali contributi straordinari, stabiliti dal Consiglio Direttivo che ne determina l'ammontare. Le elargizioni in danaro, le donazioni e i lasciti, sono accettate dal Consiglio Direttivo che delibera sulla utilizzazione di esse, in armonia con le finalità statutarie dell'organizzazione.

E’ vietato distribuire, anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione nonché fondi, riserve o capitale durante la vita dell’Associazione, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposte dalla legge.

ART. 7 - BILANCIO

L’anno finanziario inizia il 1° gennaio e termina il 31 dicembre di ogni anno. Il Consiglio Direttivo deve redigere il bilancio preventivo e quello consuntivo. Il bilancio preventivo e consuntivo deve essere approvato dall’Assemblea ordinaria ogni anno, entro il mese di aprile. Nel bilancio deve essere data notizia dell’attività istituzionale svolta, separatamente da quella commerciale eventualmente attuata in forma non prevalente e comunque complementare a quella principale. Il bilancio deve altresì dare evidenza dei fondi pervenuti all’ente e delle modalità del loro utilizzo. Il bilancio deve essere pubblicato in apposita area web, riservata ai Soci, entro gli 8 giorni precedenti la seduta per poter essere consultato da ogni associato.

ART. 8 - ORGANI DELL’ASSOCIAZIONE

Gli organi dell’Associazione sono:

  • l’Assemblea dei Soci;
  • il Consiglio Direttivo;

Gli organi amministrativi sono liberamente eleggibili.

ART. 9 - ASSEMBLEA DEI SOCI - COMPOSIZIONE - DIRITTO DI VOTO - MODALITÀ DI CONVOCAZIONE - QUORUM – DELEGHE

L’Assemblea dei Soci è un organo consultivo. E’ lo strumento fondamentale di confronto, atto ad assicurare una corretta gestione dell’Associazione ed è composta da tutti i Soci, ognuno dei quali ha diritto ad un voto, qualunque sia il valore della quota. Al fine di garantire la disciplina uniforme del rapporto e delle modalità associative nonché l’effettività del medesimo, tutti i Soci hanno diritto di voto in tutti gli argomenti riservati dallo Statuto all’Assemblea. Il diritto di voto non può essere escluso neppure in caso di partecipazione temporanea alla vita associativa. L’Assemblea è convocata almeno una volta all’anno in via ordinaria, ed in via straordinaria quando sia necessaria o sia richiesta dal Consiglio Direttivo o da almeno un decimo degli associati. La convocazione verrà fatta mediante posta elettronica certificata (PEC) agli associati, da inviarsi almeno 15 giorni prima della data dell’Assemblea. I Soci sono tenuti a consultare costantemente la casella di posta elettronica legata all'iscrizione onde poter essere tempestivamente informati. L’Assemblea si svolge presso la sede sociale o in altro luogo di volta in volta designato. In prima convocazione l’Assemblea ordinaria è valida se è presente la maggioranza dei Soci, e delibera validamente con la maggioranza dei presenti; in seconda convocazione la validità prescinde dal numero dei presenti.

Non è previsto dal presente Statuto l'istituto della delega. I Soci non partecipanti o dissenzienti sono tenuti a rispettare le conclusioni dell’Assemblea.

ART. 10 - COMPITI DELL’ASSEMBLEA

L’Assemblea ordinaria ha i seguenti compiti:

  • elegge eventuali membri non di diritto del Consiglio Direttivo;
  • approva il bilancio preventivo e consuntivo;
  • approva il regolamento interno;
  • esprime pareri o formula proposte sulla conduzione dell’Associazione.

All’apertura di ogni seduta l’Assemblea elegge un presidente ed un segretario che dovranno sottoscrivere il verbale finale.

ART. 11 - IL CONSIGLIO DIRETTIVO - COMPOSIZIONE - DURATA - CONVOCAZIONI - DELIBERE - COMPITI - REVOCA

Il Consiglio Direttivo è composto dai Soci fondatori, membri di diritto, più un massimo di 3 membri eletti dall’Assemblea fra i tutti i propri componenti, con le seguenti cariche:

  • Presidente;
  • Vice Presidente;
  • Segretario;
  • Tesoriere;
  • Consigliere;

Il Consiglio Direttivo è l’organo esecutivo dell’Associazione. Si riunisce in media 2 volte all’anno ed è convocato da:

  • il Presidente;
  • almeno 2 dei componenti del Consiglio Direttivo, su richiesta motivata;
  • richiesta motivata e scritta di almeno il 30% dei Soci.

Il consiglio Direttivo ha tutti i poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione. Nella gestione ordinaria i suoi compiti sono:

  • predisporre gli atti da sottoporre all’Assemblea;
  • formalizzare le proposte per la gestione dell’Associazione;
  • convalidare le richieste di ammissione dei Soci per l'anno in corso;
  • deliberare insindacabilmente l’esclusione dei Soci ovvero prendere atto dell’avveramento di quelle operanti “ope legis”;
  • elaborare il bilancio consuntivo che deve contenere le singole voci di spesa e di entrata relative al periodo di un anno;
  • elaborare il bilancio preventivo che deve contenere, suddivise in singole voci, le previsioni delle spese e delle entrate relative all’esercizio annuale successivo;
  • elaborare un documento, da allegare al bilancio, contenente per l’esercizio concluso le notizie dell’attività istituzionale svolta, separatamente da quella commerciale eventualmente attuata, nonché dell’ammontare dei fondi pervenuti all’ente e delle modalità del loro utilizzo;
  • stabilire gli importi delle quote annuali e l’ammontare di eventuali contributi straordinari nonché i termini del loro pagamento; l’accettazione di elargizioni in danaro, di donazioni e i lasciti deliberando affinché la loro utilizzazione avvenga in armonia con le finalità statutarie dell'organizzazione;
  • può nominare tra i propri componenti un tesoriere;
  • altre deliberazioni non riservate ad organi specifici dell'Associazione.

Il Consiglio Direttivo è validamente costituito quando è presente la maggioranza dei membri.

Le riunioni costituitesi, senza formalità di convocazione, hanno la facoltà di deliberare, qualora sia comunque presente la totalità dei Consiglieri.

Le riunioni costituenti, nel rispetto delle formalità di convocazione, potranno validamente deliberare con la presenza della metà più uno dei Consiglieri, compreso il Presidente. Le deliberazioni si adottano a maggioranza semplice, in caso di parità sarà predominante il voto del Presidente.

Le riunioni che avvengono avvalendosi di strumenti telematici potranno validamente deliberare a condizione che siano garantite l'identificazione reciproca dei partecipanti e la possibilità di comunicazione contemporanea fra tutti i partecipanti.

Di ogni riunione deve essere redatto verbale. I membri del Consiglio Direttivo svolgono la loro attività gratuitamente e restano in carica tre anni.

ART. 12 - IL PRESIDENTE

Il Presidente deve essere uno dei Soci Fondatori ed è il legale rappresentante dell’Associazione a tutti gli effetti. Egli convoca e presiede il Consiglio Direttivo e l’Assemblea, sottoscrive tutti gli atti amministrativi compiuti dall’Associazione; può aprire e chiudere conti correnti bancari e postali e procedere agli incassi. Conferisce ai Soci procura speciale per la gestione di attività varie, esclusivamente previa approvazione del Consiglio Direttivo. In caso di suo impedimento è sostituito dal Vice Presidente. In caso di impedimento o assenza, gli stessi vengono sostituiti dal membro più anziano in età fra i Soci Fondatori. Il Presidente assume nell'interesse dell'Associazione qualsiasi provvedimento egli reputi opportuno ove ricorrano motivi di urgenza, riferendone al Consiglio Direttivo e all'Assemblea in occasione della prima riunione.

ART. 13 - IL SEGRETARIO

Il Segretario collabora con il Presidente per la progettazione di tutta l'attività dell'Associazione. Vigila sulla condotta dei Soci rispetto alle direttive dello Statuto e degli eventuali regolamenti interni. Il Segretario è il responsabile del registro dei Soci; provvede ad aggiornarlo, accettando o rifiutando le candidature, prendendo visione delle dimissioni e delle esclusioni dei Soci esistenti e vigilando sul pagamento delle quote sociali. Inoltre è responsabile delle attività di mailing, promozionali e di pubbliche relazioni che l'attività dell'Associazione richiede. Il Segretario è tenuto ad aggiornare il Presidente ed i Consiglieri sullo stato dei progetti dell'Associazione in qualunque momento venga richiesto. In sede inoltre di Assemblea è tenuto ogni volta ad un resoconto della propria attività svolta. Il Segretario, d'accordo con il Consiglio Direttivo, ha la facoltà di creare appositi comitati operativi allo scopo di meglio organizzare ed articolare le attività dell'Associazione. Non è necessario che il personale operativo di questi comitati sia composto solo da Consiglieri.

ART. 14 - IL TESORIERE

Il Tesoriere, se nominato dal Consiglio Direttivo, è responsabile dell'uso dei fondi messi a disposizione per le attività e della destinazione che di tali fondi viene fatta. Il Tesoriere è tenuto ad aggiornare il Presidente del Consiglio Direttivo ed i vari Consiglieri dello stato dei conti dell'Associazione in qualunque momento venga richiesto, presentando i registri contabili e le eventuali ricevute. Inoltre, in sede di Assemblea è tenuto ogni volta ad un resoconto della propria attività svolta.

Art. 15 CONSIGLIERI CON MANSIONI SPECIALI

I Consiglieri con Mansioni Speciali svolgono la propria attività nell'interesse dell'Associazione nell'ambito delle proprie mansioni di competenza. L'esatto numero e le mansioni sono individuate dall'Assemblea in sede di nomina. Ogni Consigliere con Mansioni Speciali eletto potrà scegliere uno o più collaboratori tra i Soci, che lo coadiuvino nell'esercizio delle funzioni istituzionali.

ART. 16 – ORGANO UFFICIALE

Essendo l’Associazione inerente all’ambito informatico viene scelto, quale mezzo per le comunicazioni sociali, l’utilizzo della posta elettronica. Le comunicazioni ai terzi avverranno, invece, tramite il sito web e le Mailing List pubbliche, che l’Associazione si impegna a mantenere sia nei contenuti che finanziariamente. I Soci ricevono le comunicazioni all’indirizzo indicato al momento dell’iscrizione, che può essere modificato solo dietro comunicazione ufficiale al Segretario del Consiglio Direttivo.

ART.17 - EMBLEMA

Con il presente Statuto l’Associazione ha il seguente emblema: arancia stilizzata con due foglie in cima e la dicitura OrangeDotNet e di seguito riportata:

logo-orange

ART. 18- SCIOGLIMENTO DELL’ASSOCIAZIONE

Lo scioglimento dell’Associazione per qualunque causa è deliberato a maggioranza dal consiglio Direttivo o qualora il numero dei Soci Fondatori divenga inferiore a 2. Il patrimonio residuo dell’ente deve essere devoluto ad associazione con finalità analoghe o per fini di pubblica utilità, sentito l’organismo di controllo di cui all’art. 3, comma 190 della legge 23.12.96, n. 662 e salvo diversa destinazione imposta dalla legge.

ART. 19 - RINVIO

Per tutto quanto non previsto dal presente Statuto si farà riferimento alle leggi e regolamenti dello Stato in materia specifica.